TRADIMENTI IN ESTATE - D’estate si tradisce di più – L’estate è appena entrata per la gioia di tutti: sole, caldo, ferie, giornate che si allungano ma attenzione alle corna.

Bari
18:00 del 10/07/2019
Scritto da Samuele

TRADIMENTI IN ESTATE - D’estate si tradisce di più – L’estate è appena entrata per la gioia di tutti: sole, caldo, ferie, giornate che si allungano ma attenzione alle corna. Ebbene uno studio ha rivelato che proprio questa è la stagione dell’anno in cui si tradisce di più.

Secondo una passata ricerca dell’Istituto di Evoluzione Sessuale (Ies) di Milano l’estate è il momento migliore per i tradimenti. Un’indagine, condotta online su un campione di oltre 3mila persone di età compresa tra i 18 e i 50 anni, metà maschi e metà femmine, ha rivelato che l’80% delle persone prese in esame ha dichiarato che l’estate è la stagione per eccellenza delle scappatelle.

TRADIMENTI IN ESTATE - Ma perché si tradisce? Il 52% degli uomini e il 33% delle donne pensa che si tratti di una serie di circostanze per cui ci si sente più disinibiti e sensibili al fascino di potenziali partner.

Chi tradisce sceglie, perciò, un compromesso tra il fuggire dalla noia e il bisogno che ha ancora dell’amore del partner. «Di fatto trova un equilibrio nel disequilibrio» afferma Padrini.

L’infedeltà è un segnale di disagio all’interno della coppia: dalla delusione delle aspettative, alla repressione dei propri desideri, fino al risentimento che si accumula e rimane inespresso. Si tradisce per evasione, rappresaglia o per ricerca di confronto e compensazione.


TRADIMENTI IN ESTATE - Ed ecco perciò che quando ci si sente più aperti, in situazioni come le vacanze estive, si colgono più facilmente tutti gli input che la realtà ci pone davanti. «Si diventa più ricettivi nel proprio aspetto sensoriale», spiega Padrini.

Ma allora perché questa apertura non avviene con il proprio partner e si cerca in altri? «Di base – ribadisce lo psico-sessuologo – ci deve essere una latenza, una voglia di cambiare e un’insoddisfazione relazionale. Non necessariamente si cerca la trasgressione vera e propria, ma più forse un tentativo di evasione. Le situazioni di tradimento, specie in estate, fanno più parte di una fantasia che di una realtà, di una componente fantasmatica. Lo dimostra il fatto che la maggior parte di queste relazioni, soprattutto se nascono in persone già impegnate, poi tendono a diradarsi per finire nel dimenticatoio e svanire, al rientro dalle ferie». E questo succede in varie fasce d’età.

Come affrontare i tradimenti?

«Il vero problema non è il tradimento in sé, ma la mancanza di comunione tra due partner che ne anticipa il terreno» spiega Padrini, che aggiunge: «Le crisi vanno vissute e non evitate, mantenendo sempre aperti i canali di comunicazione, affrontando i conflitti. Qualche volta si può reagire con la rottura oppure si può trovare nel tradimento un elemento per rinnovarsi e affrontare i problemi irrisolti».

Ma per chi ha tradito, meglio rivelare l’accaduto o no alla propria compagna? «Non esiste una regola valida per tutti – conclude lo psicologo. A volte la sincerità premia, altre volte distrugge del tutto la coppia. Sta alla libertà della persona scegliere, ricordandosi sempre di non ferire inutilmente l’altro».


Articolo letto: 53 volte
Categorie: , Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook