Vi capita spesso di perdere il telefono in casa o non lo trovate mai dentro la borsetta? Niente paura ecco tre tecniche che vi salveranno in ogni occasione

Campobasso
14:30 del 13/07/2017
Scritto da Luca

Vi capita spesso di perdere il telefono in casa o non lo trovate mai dentro la borsetta? Niente paura ecco tre tecniche che vi salveranno in ogni occasione

È capitato a tutti di frugare nelle tasche o in borsa e non trovare lo smartphone. L’incubo di perdere il telefono ci accompagna quotidianamente. Il vero problema poi è ritrovarlo se abbiamo inserito la modalità silenzioso.

Vedremo tre modi diversi per ritrovare lo smartphone quando è silenzioso. Il primo consiglio richiede la connessione a Internet. Un aspetto abbastanza facile da prevedere. Ormai quasi tutti lasciamo sempre attiva la connessione dati o il Wi-Fi sui nostri telefoni. Per ritrovare il dispositivo basta utilizzare un servizio presente di default su Google. Ovviamente vale esclusivamente se l’account sul nostro telefono è associato a un account Google. Grazie a questa caratteristica potremo, con pochi click, capire immediatamente dove si trova il telefono, visto che ci verrà mostrata la sua ultima posizione registrata sulla mappa.

Gestione dei dispositivi Android

Vediamo quindi come impostare questa funzione su Google. Per prima cosa dobbiamo andare sulle impostazioni di protezione del nostro smartphone Android e quindi cliccare su Gestione periferiche. Qui, attiviamo l’opzione per la Gestione dei dispositivi Android e concediamo il permesso di bloccare, cancellare e modificare la password da remoto. Questo ci permetterà di inserire le nostre credenziali su un altro dispositivo e di accedere alla funzione Trova il mio telefono. Una volta cliccato su questa sezione vedremo una mappa che segnerà il punto esatto dove si trova il nostro dispositivo (sarà necessario avere la geolocalizzazione attiva sullo smartphone che abbiamo smarrito), o dove è stato registrato per l’ultima volta. Inoltre da remoto potremo anche bloccarlo o farlo squillare con una suoneria d’emergenza. Che si sentirà nonostante il silenzioso impostato.

Ring my Droid

In caso il telefono smarrito non sia connesso a Internet possiamo affidarci a un’applicazione come Ring my Droid. Ovviamente è un’operazione da fare prima di perdere il telefono. Quindi, installiamo l’app e impostiamo un SMS di recupero standard. Come per esempio “sono io, squilla”. Una volta smarrito lo smartphone basterà inviare un SMS con la stessa frase da qualsiasi dispositivo per far partire la suoneria del nostro device. Il consiglio con app del genere è quello di scegliere una frase poco comune e di non dirla a nessuno. Altrimenti potremo rischiare di sentire squillare il telefono nei momenti meno opportuni.

Clap to Find

Cosa succede se perdiamo il nostro telefono mentre è in modalità aereo? Bella gatta da pelare, ma nessun problema, anche se chiamate e messaggi non funzionano potremo sempre rivolgerci ad app specializzate e create per risolvere questi particolari casi. App come Clap to Find. Una volta installata basterà registrare il suono del nostro battito di mani. Una volta perso il telefono non ci resta che applaudire per tre volte consecutive e magicamente lo smartphone inizierà a squillare. Ma il device dovrà essere molto vicino alla persona, in modo che possa sentire il battito di mani. Anche qui, il consiglio è di non dire a nessuno che il telefono si può attivare in questo modo

Da: QUI


Articolo letto: 54 volte
Categorie: , Guide, Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook