L’organizzazione non governativa ‘Freedom House’ nel suo ultimo rapporto ha evidenziato un aggravamento sul fronte dei diritti e delle libertà della rete

Firenze
07:00 del 06/11/2018
Scritto da Luca

L’organizzazione non governativa ‘Freedom House’ nel suo ultimo rapporto ha evidenziato un aggravamento sul fronte dei diritti e delle libertà della rete.

Questo dato è emerso in buona parte dei 65 Paesi valutati, a dimostrazione che il modello Cina è sempre più diffuso anche in altri paesi.

La politica restrittiva cinese si è diffusa negli ultimi due anni, con il governo che ha influenzato in questo senso anche i paesi dei mercati emergenti.


Il Paese del Dragone si trova infatti al vertice della nazioni con il maggior numero di violazioni, con un punteggio di 88 su 100, seguita da Iran che ha totalizzato 85 punti su 100 e la Siria con 83/100.

Negli Stati Uniti la libertà di internet è diminuita nel 2018 a causa dell’abrogazione della neutralità della rete.

L’Italia invece, viene considerata una nazione con un buon livello di libertà della rete: la valutazione è di 25 su 100.

Secondo la Freedom House, i governi stanno intensificando il controllo dei dati dei cittadini utilizzando delle normative formalmente introdotte al fine di eliminare le fake news.

Da: QUI


Articolo letto: 56 volte
Categorie: , Cronaca, Denunce, Internet


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook