CONTI DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO - Conti esteri intestati a cittadini italiani?

Genova
07:30 del 09/07/2019
Scritto da Gregorio

CONTI DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO - Conti esteri intestati a cittadini italiani? Secondo i dati ottenuti di recente dall’Agenzia delle Entrate, le somme depositate nelle banche stranieri si aggirerebbero intorno agli 85 miliardi di euro.

CONTI DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO - Il Fisco italiano è riuscito ad ottenere tali informazioni grazie agli accordi internazionali voluti dall’Ocse e che riguardano lo scambio di informazioni fiscali. Grazie ad essi e alla collaborazione tra vari Stati, sarà possibile buttare giù il muro di omertà che circonda l’apertura di conti correnti all’estero, soprattutto in quelli che vengono definiti “paradisi fiscali” (Panama, Hong Kong, Svizzera, Montecarlo, ecc.).

CONTI DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO - Le informazioni, trasmessi all’Agenzia delle Entrate tra il 2017 ed i primi tre mesi del 2018, parlano di oltre un milione di conti correnti bancari aperti in 50 paesi stranieri. Poi, ne sono arrivate delle altre, che hanno dato un quadro più chiaro di quanti siano i cittadini italiani che utilizzano i conti all’estero per pagare meno tasse. I nuovi dati coprono oltre 90 paesi aderenti all’Ocse. Secondo la magistratura che indaga sull’evasione fiscale, la procedura di scambio voluta dalla più importante organizzazioni economica mondiale riuscirà col tempo a debellare completamente l’evasione fiscale internazionale.


Naturalmente, le misure “precauzionali” che le banche estere hanno adottato per celare i conti correnti dei propri clienti non sono certo mancate. Tutto questo per cercare una scappatoia nei confronti dell’obbligo di trasparenza imposte dalle regole internazionali. Ma questo non ha certo fermato la Guardia di Finanza e la procura di Milano, le quali sono andate avanti imperterrite per scoprire gli evasori italiani, soprattutto quelli più ricchi.

Chi sono oggi i più interessati ad aprire un conto all’estero? L’identitkit lo offre, dalle pagine del Sole, Massimo Gionso, consigliere delegato di Cfo Sim secondo cui si tratta per lo più di soggetti che vogliono spostare  dai 100 ai 200 mila euro. Così c’è  nche chi suggerisce ai propri clienti di aprire conti correnti esteri come Stefano Rossi, responsabile Wealth Management di Euclidea Sim.

Sin dalle elezioni di marzo noi abbiamo azzerato i titoli italiani nelle nostre gestioni patrimoniali e, usando una banca depositaria estera, abbiamo un rischio Italia pari a zero. Chi viene da noi lo fa con un’ottica di diversificazione: la nostra offerta è di evitare il rischio Italia


Articolo letto: 37 volte
Categorie: , Denunce, Economia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook