RINCARI SULLA PATENTE IN ARRIVO - La patente di guida è vista come un traguardo per la maggior parte dei maggiorenni che, al compimento del 18° anno d'età, possono finalmente impugnare il volante dell'auto e cominciare ad essere considerati automobilisti, previo il superamento di un esame teorico prima e pratico poi.

Benevento
05:36 del 09/09/2019
Scritto da Samuele

RINCARI SULLA PATENTE IN ARRIVO - La patente di guida è vista come un traguardo per la maggior parte dei maggiorenni che, al compimento del 18° anno d'età, possono finalmente impugnare il volante dell'auto e cominciare ad essere considerati automobilisti, previo il superamento di un esame teorico prima e pratico poi. Da adesso, però, riuscire a conseguire la patente di guida costerà di più: a stabilirlo è una risoluzione dell'Agenzia delle Entrate che prevede un aumento del 22% sul prezzo delle nuove licenze di guida e sui rinnovi di chi l'ha conseguita dopo il 2015 a causa dell'applicazione dell'aliquota Iva sulle lezioni di scuola guida per il rilascio della patente.

RINCARI SULLA PATENTE IN ARRIVO - Emanata sulla scorta di una recente sentenza della Corte di giustizia, la risoluzione dell'Agenzia delle Entrate ha revocato la prassi precedente che prevedeva l'esenzione dall'imposta, nelle scuole guida, per le lezioni finalizzate al conseguimento della patente. Adesso, però, cambia tutto con queste ultime che saranno soggette alla tassazione e che potranno far pagare il sovrapprezzo ai clienti. Le scuole guida, infatti, pur comprendendo lezioni teorico-pratiche, non possono essere considerate comprese tra gli istituti a "insegnamento scolastico o universitario" cui è stato accordato un regime fiscale esente ai fini Iva e per questo saranno costrette a fare i conti con un aumento del 22%.



RINCARI SULLA PATENTE IN ARRIVO - Tutto ha origine dalla sentenza del 14 marzo scorso della Corte di Giustizia Ue che ha escluso dall'esenzione Iva le
lezioni di scuola guida «in quanto questa categoria di insegnamento non rientra in quelle di ambito scolastico o
universitario». Un pronunciamento ricordato dall'Agenzia delle Entrate in risposta al quesito di un contribuente, che aveva chiesto chiarimenti in merito, ritenendo peraltro di essere legittimato ad operare ancora in regime di esenzione di Iva per lo svolgimento di attività didattiche per l'abilitazione alla guida di veicoli a motore. I corsi pratici e teorici necessari al suo rilascio, quindi, devono, sottolinea la risoluzione, considerarsi imponibili agli effetti dell'Iva. Non solo, ma il provvedimento ha efficacia retroattiva.
Un punto, quest'ultimo, che ha allarmato il presidente di Confarca, Paolo Colangelo, che ha posto l'accento sulla «conseguenziale regolarizzazione delle patenti già conseguite e fatturate secondo il regime in vigore dell'epoca», e sui possibili danni irreversibili per molti operatori. Ma non è tutto. A giudizio della Confederazione «si rischia di allontanare i giovani dalla possibilità di accedere a un corso di guida, minando seriamente tutti gli sforzi fatti fino ad oggi per la sicurezza stradale». «Chiediamo fin da subito - afferma Colangelo - che si trovi quanto prima un rimedio a questa risoluzione, che incide tra l'altro in maniera pesante su un settore già in piena difficoltà, sia per la crisi economica che per i disservizi che gli operatori sono costretti a fronteggiare sul territorio nazionale. Nel frattempo abbiamo chiesto alla categoria di rimanere compatta, e di muoversi con cautela per non incorrere in pesanti sanzioni».


Articolo letto: 108 volte
Categorie: , Denunce, Economia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook