RECENSIONE REDMI NOTE 7 - Xiaomi ha annunciato oggi la disponibilità a 179 euro del Redmi Note7. 

Bologna
15:00 del 14/03/2019
Scritto da Samuele

RECENSIONE REDMI NOTE 7 - Xiaomi ha annunciato oggi la disponibilità a 179 euro del Redmi Note7. Fotocamera da 48 megapixel, Qualcomm Snapdragon 660, uno schermo FHD+ da 6,3 pollici con tacca a goccia e una capiente batteria da 4.000 mAh per, si spera, almeno una giornata di uso molto intenso.

RECENSIONE REDMI NOTE 7 - Questi le caratteristiche di un prodotto che, con un prezzo di partenza di 179 euro per la configurazione base con 3 GB di RAM e 32 GB di spazio, promette davvero tanto.

A questa si affianca la configurazione più spinta a “soli” 20 euro di differenza per 4 GB di RAM e 64 GB di memoria. Entrambe avranno lo slot ibrido per micro SD, per chi volesse aggiungere po’ più di spazio al proprio smartphone, per il quale però dovrà sacrificare la seconda SIM.

RECENSIONE REDMI NOTE 7 - I 48 mega pixel della fotocamera saranno utilizzati solo in modalità pro, perché in modalità automatica saranno 12 i megapixel catturati: la comunicazione di Xiaomi che punta tutto sui 48 megapixel è leggermente "ingannevole", perchè difficilmente un utente farà le foto a 48mp. Ma ci sta, è un gioco che fanno tutti. Non mancano il jack audio da 3,5mm, la porta USB-C e lo scanner di impronte posteriore.

Il Redmi Note 7 è un prodotto che scuote il mercato per dotazione tecnica e prezzo, resta solo da vedere se le promesse di velocità e ottimizzazione del sistema lato software della MIUI 10 saranno mantenute. Certo è che se si vende uno smartphone con queste caratteristiche a 179 euro, a quanto si deve vendere la fascia bassa?


Sul piano estetico, invece, Redmi Note 7 non delude, né sorprende, utilizzando uno stile che ormai abbiamo imparato a conoscere fra pregi e difetti. Il retro è in vetro, il frame laterale in metallo, mentre davanti abbiamo cornici ridotte, ma non troppo: la parte inferiore non è proprio compattissima, mentre la notch sopra è a goccia togliendo uno spazio minimo alle notifiche e agli elementi della barra superiore. Al tatto lo smartphone si presenta come una soluzione ricercata, anche se si fa sentire un po' il peso. Il vetro cattura le impronte, è inevitabile, ma lo fa meno nella versione nera che abbiamo provato (ci sono anche blu e "Twilight Gold"). Da segnalare la fotocamera posteriore che sporge davvero tanto, e anche applicando la custodia in dotazione il dispositivo bascula un po' quando poggiato su un piano.

Ai lati troviamo tasti volume e tasto accensione a destra, doppio slot ibrido per due SIM e microSD, sotto invece una porta USB Type-C, due griglie per altoparlanti e microfono. Sopra, infine, ci sono la porta audio da 3,5 millimetri e la porta infrarossi.

Analisi tecnica

Qualcomm Snapdragon 660 è la Mobile Platform integrata su Redmi Note 7, un processore di fascia media dotato di otto core Kryo 260, di cui quattro a massima potenza con una frequenza operativa di 2,2 GHz. Si tratta di un processore che abbina buone prestazioni ad un buon risparmio energetico, dotato di AIE, Artificial Intelligence Engine, e DSP Hexagon 680 per la gestione di alcune funzionalità e dell'efficienza generale del terminale. La GPU è una Adreno 512, mentre l'ISP utilizzato è il Qualcomm Spectra 160: quest'ultima è una caratteristica molto interessante visto che lato hardware il SoC di Qualcomm non consente di gestire fotocamere da più di 25 MP (o un array di due moduli da 16 MP ciascuno). La fotocamera di Redmi Note 7, tuttavia, usa un sensore da 48 MP.

A fronte di un prezzo di 179€ per la versione da 3 GB di RAM e 32 GB di storage non c'è molto da dire. Redmi Note 7 è un assoluto best-buy, praticamente uno smartphone senza concorrenza che eccelle in tutti gli ambiti rispetto a qualsiasi altra soluzione paragonabile. E per chi volesse di più c'è la variante da 4 GB di RAM per un'esperienza in multi-tasking più solida, e con 64 GB di storage. Il prezzo di listino sale a 199€ (solo 20€ in più rispetto alla versione base) ma per chi ha esigenze un po' sopra la media ne vale la pena. Le prestazioni sono molto elevate grazie all'uso dello Snapdragon 660, e le due fotocamere offrono scatti di buona qualità se l'obiettivo finale è la condivisione sui social.

 


Articolo letto: 43 volte
Categorie: , Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook