MIGLIORI PIATTI TIPICI FIORENTINI - Firenze: città d’arte, culla della lingua nazionale e sogno americano fatto di vicoli troppo stretti per il Suv, salumi appesi e fiaschi di Chianti.

Firenze
10:00 del 07/10/2019
Scritto da Carla

MIGLIORI PIATTI TIPICI FIORENTINI - Firenze: città d’arte, culla della lingua nazionale e sogno americano fatto di vicoli troppo stretti per il Suv, salumi appesi e fiaschi di Chianti. Il capoluogo toscano è il prototipo dell’immaginario turistico che si muove verso l’Italia, e che qui diventa realtà  grazie all’impressionante patrimonio storico-artistico (registrato Unesco da ben trentasette anni, chapeau), alla verve mordace dei fiorentini doc e soprattutto a una carica di piatti tipici fiorentini innaffiati di vino che all’estero se li sognano.

La cucina di Firenze ha l’animo profondamente toscano, con piatti dalla preposizione articolata facile (“alla fiorentina” come se nevicasse) e dalla naturale predisposizione carnivora. Preparate i coltellacci e munitevi di tovagliolo perché fra panini gocciolanti, minestre ricche e interiora condite ne avrete bisogno


MIGLIORI PIATTI TIPICI FIORENTINI - Pappardelle al ragù di cinghiale

Un primo piatto caldo, sostanzioso e saporito: le pappardelle al ragù di cinghiale sono un altro classico della cucina toscana. Nelle varie trattorie di Firenze troverai altri formati di pasta come le tagliatelle e i pici Senesi: tutti si sposano perfettamente con questo delizioso ragù.
I pici li ho mangiati proprio in un ristorantino di Siena: sono un particolare tipo di pasta lunga fatta rigorosamente a mano che somiglia al bucatino, ma non è vuoto all’interno.
Nel condimento ci sono, oltre alla carne di cinghiale, tutte le classiche spezie quali alloro, cipolle, sedano carote, rosmarino, pepe, etc. .
I cinghiali sono molto diffusi nella maremma toscana e vengono allevati per poi essere impiegati in numerose ricette. Il gusto deciso che conferisce al ragù, può essere apprezzato o meno, e dipende molto dalla maestria del cuoco. I pici al ragù di cinghiale a me son piaciuti tanto, nonostante abbia trovato un po’ di difficoltà ad arrotolare questa pasta molto spessa e lunga attorno alla forchetta!

MIGLIORI PIATTI TIPICI FIORENTINI - La ribollita

Fra i primi piatti tipici fiorentini non poteva mancare la ribollita: un cibo invernale, forse poco “turistico”, che fa parte della tradizione culinaria di Firenze.
E’ una zuppa a base di verdure di origine contadina, dove gli elementi principali sono il cavolo nero, verza, fagioli, bietole, patate, carote. La composizione varia in base alle verdure disponibili nella stagione.
Certo è, che la preparazione tradizionale prevede alla base i due tipi di cavolo (nero e verza), i fagioli, le patate e il pane raffermo (meglio se toscano, che si distingue per l’assenza di sale).
Il nome ribollita deriva dal fatto di cuocere a lungo gli ingredienti, per poi “ribollirli” nuovamente con del pane raffermo e olio extravergine di oliva. Questo metodo viene direttamente da una esigenza del passato, quando le contadine preparavano la zuppa il venerdì sera e la ricuocevano più volte i giorni successivi.
E’ un cibo semplice e genuino, ottimo da preparare in casa, magari per consumare gli avanzi e il pane accumulati in dispensa… ed è buono persino il giorno dopo!

MIGLIORI PIATTI TIPICI FIORENTINI - Bistecca alla fiorentina Ed eccomi a lei, la regina di ogni menù: la bistecca alla fiorentina!
Si tratta di un taglio di carne pregiato di vitellone o di scottona preparato secondo un preciso rituale: il taglio alto, comprensivo dell’osso, deve cuocere sulla brace o sulla griglia, con una cottura “al sangue”. Se preferisci una media cottura il ristoratore te la concederà, ma non chiederla ben cotta perchè, per i fiorentini, è un “oltraggio” a questo nobile taglio di carne che perderà, in aggiunta, le sue pregiate caratteristiche.
La bistecca si presenta davvero succulenta, cotta fuori e con un morbido cuore dentro: quando ho visto quel colore rosso vivo ho avuto un po di titubanza, ma quando l’ho assaggiata sono rimasta sorpresa! Una carne gustosissima che si scioglie in bocca, boccone dopo boccone…

MIGLIORI PIATTI TIPICI FIORENTINI - Il lampredotto

Ecco un secondo piatto di Firenze molto diffuso, grazie anche al fatto che si presta bene allo street food: il lampredotto. Un vero must per i fiorentini che lo mangiano, più che nei ristoranti, per strada in un fragrante panino.
La carne utilizzata è parte magra dello stomaco bovino e viene fatta in vari modi, semplicemente bollita e condita con salse, sotto forma di polpette o come ripieno di ravioli.
Tuttavia, rimane un cibo da strada che racconta la storia e la vita di un popolo, un’istituzione presente sui “banchini dei trippai”, piccoli chioschi su 4 ruote sparsi nelle celebri piazze di Firenze.
Ti consiglio quindi di assaggiarlo nelle semelle (panino toscano) con le salse e, se ti chiedono “ lo vuole bagnato?” rispondi di “Si!”, senza pensarci! Il trippaio inzupperà la parte superiore nella pentola della trippa e tutto diverrà molto più gustoso!


Articolo letto: 108 volte
Categorie: , Cucina


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook