PROGETTO FORESTA URBANA MILANO - Ad oggi in quel di Milano si contano circa mezzo milione di alberi, e 5 milioni e mezzo nei 133 Comuni circostanti, ma entro il 2030 di piante ce ne saranno 3 milioni in più.

Milano
17:00 del 11/09/2019
Scritto da Luca

PROGETTO FORESTA URBANA MILANO - Ad oggi in quel di Milano si contano circa mezzo milione di alberi, e 5 milioni e mezzo nei 133 Comuni circostanti, ma entro il 2030 di piante ce ne saranno 3 milioni in più. Parola del Comune che, guidato da Beppe Sala, è intenzionato a trasformare la città in una vera e propria foresta urbana.

L’ambizioso progetto, di cui è responsabile scientifico Stefano Boeri, si chiama “ForestaMi“, ed è pronto per essere realizzato, entro l’anno sono infatti previsti 100.000 nuovi alberi.

Tutto è già stato studiato nei dettagli, e il territorio mappato, in modo tale che il sogno diventi presto realtà. Un documento guida che servirà in fase di lavoro è stato redatto ai primi di agosto e subito dopo le vacanze avranno inizio le operazioni.

PROGETTO FORESTA URBANA MILANO - #ForestaMi è una strategia per una Milano più verde, più vivibile e resiliente nel futuro. Il piano dei tre milioni di…

Pubblicato da Stefano Boeri Architetti su Mercoledì 31 luglio 2019

PROGETTO FORESTA URBANA MILANO - Il progetto ha già fatto molto parlare di sè e raccogliendo apprezzamenti in diversi parti del mondo, tra cui quelli di Leonardo Di Caprio da anni schierato per la salvaguardia della natura e a favore dell’ambiente


E se a Milano il comune recupererà spazi urbani bonificando gli ex scali ferroviari in disuso, creando 20 nuovi parchi, primo tra tutti quello in quartiere Adriano, riconvertendo piazze e strade in viali alberati (piazza sant’Agostino, Buenos Aires) e puntando a ricoprire di verde sempre più tetti, cortili e pareti di palazzi,

i grandi numeri nelle piantumazioni saranno quelli pensati fuori dai confini cittadini, con le azioni delle amministrazioni dell’hinterland: parco agricolo sud, Abbiategrasso, Morimondo, Albairate

Boeri, creatore del progetto racconta sulle pagine del Corriere:

“A chi mi chiede se non sia una follia rispondo che se nei prossimi dieci anni ogni abitante dell’area metropolitana piantasse un albero, avremmo raggiunto il risultato. Ho visto lo stesso scetticismo quando abbiamo proposto il Bosco Verticale, che adesso ci copiano in tutto il mondo”

Lo sviluppo della foresta urbana partirà con centomila nuovi alberi già quest’anno, da novembre a marzo, e saranno piantumati 400 mila entro il 2022, per arrivare a 2 milioni per le olimpiadi invernali e 3 milioni entro il 2030

il progetto sarà sviluppato in stretta collaborazione con enti privati che finanzieranno e porteranno avanti diverse parti di piantumazioni per arrivare all’obiettivo finale. Tra i nomi dei finanziatori privati troviamo fondazione Ca’ Granda, fondazione Cariplo, Fondazione Falck e Fs Sistemi Urbani, Axa assicurazioni e altri


Articolo letto: 368 volte
Categorie: , Ambiente, Curiosità, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook