Quest'anno con iPhone 8/8 Plus siamo di fronte a un miglioramento di alcune delle caratteristiche introdotte con iPhone 7, come la doppia fotocamera; il connettore jack è ancora assente, il design è quasi lo stesso, mentre ci sono parecchi cambiamenti sotto della scocca.

Torino
12:00 del 12/10/2017
Scritto da Gregorio

Quest'anno con iPhone 8/8 Plus siamo di fronte a un miglioramento di alcune delle caratteristiche introdotte con iPhone 7, come la doppia fotocamera; il connettore jack è ancora assente, il design è quasi lo stesso, mentre ci sono parecchi cambiamenti sotto della scocca.

Sempre nella recensione dello scorso anno citavo un cambio di paradigma, cioè Apple rompeva il classico iter che prevedeva un cambio radicale del design e del prodotto ogni due generazioni, e quest'anno siamo nuovamente di fronte a forti cambiamenti rispetto a quanto abbiamo visto nei primi 6-7 anni della storia dell'iPhone. A questo punto non possiamo più prevedere le mosse di Apple. Anziché presentare la serie "iPhone 7S", è passata direttamente all'iPhone 8.

Il design cambia solo per la copertura posteriore della scocca, e c'è anche una versione speciale, l'iPhone X, atteso nelle prossime settimane. Cosa accadrà il prossimo anno? Difficile dirlo, soprattutto perché con i precedenti di quest'anno e la doppia rottura degli schemi, qualsiasi previsione sarebbe solo pura fantasia.

iPhone 8 Plus è venduto nella classica confezione Apple, minimale e con tutti gli accessori perfettamente ordinati al suo interno. Oltre allo smartphone sono inclusi gli auricolari EarPods con connessione Lightning, un adattatore per utilizzare cuffie con il tradizionale jack da 3.5 mm, carica batterie da 1A, cavo di ricarica, i soliti libretti informativi Apple e degli adesivi con il logo della mela. Tutto come al solito quindi, anche troppo però, perché con il caricabatterie in dotazione non si può sfruttare la ricarica rapida, disponibile sia su iPhone 8 che su iPhone 8 Plus. Per farlo bisogna utilizzare un alimentatore USB-C del MacBook oppure uno compatibile. Il costo dei quest'ultimi è accessibile, ma bisogna aggiungere anche quello di un cavo USB-C/Lightning. Insomma, per un top di gamma come questo avremmo preferito vedere un caricatore rapido fornito in bundle ma purtroppo non è così.



Uno degli elementi più criticati del nuovo iPhone è certamente il suo design, che non rivoluziona quanto visto in passato, modificando però in modo marcato l'aspetto posteriore del device e la sua ergonomia. La parte frontale di iPhone 8 Plus è praticamente identica a quella del suo predecessore, con tanto di Touch ID e bordi intorno allo schermo. Un male? Dipende dai casi, perché iPhone 8 potrebbe trovare nel Touch ID un potente alleato sul fronte delle vendite. Il Face ID visto su iPhone X è innovativo e unico nel suo genere e rappresenta una svolta nel settore (che andrà però confermata nella pratica) ma non tutti gli utenti si lasciano ammaliare dalle novità, preferendo soluzioni più conservative. Da questo punto di vista il Touch ID rappresenta una sicurezza per gli utenti Apple, un sistema di sblocco rapido ed efficace, che predilige l'immediatezza e l'usabilità. Visto da questo punto di vista iPhone 8 Plus può diventare la soluzione perfetta per tutti coloro che non sono interessati agli schermi borderless ma soprattutto al Face ID, preferendo invece la continuità con il passato.

Maggiori novità sono invece nella parte posteriore, dove l'alluminio è stato sostituito dal vetro, grazie al quale Apple è riuscita ad attivare la ricarica wireless. Sulla resistenza di questo speciale vetro realizzato da Gorilla appositamente per Apple si è detto di tutto, ma resta il fatto che, a differenza dell'alluminio che in caso di caduta si ammacca ma rimane comunque integro, il vetro ha una maggiore tendenza a rompersi, meglio dunque utilizzare il dispositivo con una cover protettiva. Non abbiamo fatto drop test volontari con il sample, ma il nostro iPhone 8 Plus ha avuto modo di sperimentare una caduta da circa mezzo metro senza custodia protettiva, uscendone completamente illeso. Si tratta di un test che lascia il tempo che trova, i danni alla scocca in caso di caduta dipendono da molti fattori, tra cui la pura fortuna, ad ogni modo il lavoro svolto da Apple sembra molto buono e saranno pochi quelli che rimpiangeranno l'alluminio, anche perché il vetro conferisce a questa versione un grip decisamente migliore. A differenza di molti smartphone con backcover in vetro inoltre iPhone 8 Plus è decisamente oleofobico e le ditate si notano poco, almeno nella versione color oro da noi testata. 
Il retro di iPhone 8 si fonde alla perfezione con il frame in allumino serie 7000, donando un look più elegante e minimale rispetto alla precedente generazione. La differenza si nota soprattutto con la variante grigio siderale, piuttosto anonima con iPhone 7, che grazie al vetro e alla backcover bianca riesce a colpire maggiormente nel segno, merito anche dell'assenza degli inserti in plastica utilizzati in passato per migliorare la ricezione.
Non mancano le feature introdotte nel corso delle varie iterazione del melafonino, dal pulsante per silenziare lo smartphone in un istante alla certificazione IP67, che permette ad iPhone 8 di resistere all'acqua e all'immersione, pratica che rimane comunque sconsigliata e che in caso di danni non viene coperta dalla garanzia.


Articolo letto: 40 volte
Categorie: , Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook