INFLUENZA SETTEMBRE 2019 - Nei periodi estivi i fattori che possono portare alla comparsa di sintomi influenzali o parainfluenzali sono fondamentalmente due: oltre al fattore ambientale (con gli sbalzi di temperatura, sia quelli naturali che quelli “artificiali” causati dall’uomo tramite l’utilizzo di condizionatori e ventilatori, che rappresentano i nemici principali) gioca infatti un ruolo importantissimo il fattore psicoemotivo.

Milano
05:00 del 09/09/2019
Scritto da Gregorio

INFLUENZA SETTEMBRE 2019 - Nei periodi estivi i fattori che possono portare alla comparsa di sintomi influenzali o parainfluenzali sono fondamentalmente due: oltre al fattore ambientale (con gli sbalzi di temperatura, sia quelli naturali che quelli “artificiali” causati dall’uomo tramite l’utilizzo di condizionatori e ventilatori, che rappresentano i nemici principali) gioca infatti un ruolo importantissimo il fattore psicoemotivo.

Se a luglio e ad agosto la stanchezza accumulata durante un anno di lavoro, il cambio drastico di abitudini e la pressione per organizzare al meglio le vacanze sono stati la causa dell’innalzamento dello stress con effetti negativi sul nostro sistema di difesa, a settembre migliaia di persone soffrono della cosiddetta sindrome da rientro. Questa condizione può portare a sintomi che riguardano la sfera piscologica (malinconia, tristezza, sbalzi di umore, difficoltà di concentrazione), ma anche a problemi a livello fisico.

Anche se la stagione influenzale vera e propria non è ancora iniziata (di solito il periodo di sorveglianza parte ad ottobre e termine ad aprile) non è quindi impossibile avere a che fare con qualcosa di molto simile, anche se nella maggior parte dei casi i sintomi saranno leggermente più lievi.

INFLUENZA SETTEMBRE 2019 - Le previsioni del tempo annunciano che nei prossimi giorni assisteremo ad una vera e propria svolta verso l’autunno: già in queste ultime settimane ha piovuto (e anche molto) in diverse zone del Paese e l’instabilità sembra essere destinata a proseguire ancora un po’, prima che arrivi la fine dell’estate con quello che alcuni portali specializzati hanno definito addirittura un tracollo eclatante delle temperature. Insomma, il quadro meteorologico non sembra particolarmente positivo: l’anno scorso il passaggio tra le torride giornate estive e quelle fredde invernali era stato repentino ed accompagnato da piogge, con il risultato che decine di migliaia di persone hanno avuto a che fare con mal di gola, tosse, raffreddore e febbre. Per evitare tutto ciò è necessario sapere come fare prevenzione, conoscere i sintomi e sapere come curarli.

Generalmente la durata totale di un’influenza, comprensiva del suo decorso, è di 7 giorni in un adulto e di 10 giorni in un bambino (minore è la durata nei casi di parainfluenza, come abbiamo visto sopra). Terminato questo lasso di tempo, si conclude anche il periodo di convalescenza e ci si può considerare guariti (ovviamente se i sintomi sono spariti da qualche giorno).

INFLUENZA SETTEMBRE 2019 - Come curare l’influenza

Se si è influenzati, la prima cosa da fare è evitare rischi di contagio, quindi cercare di “non attaccarla agli altri”. La cura verso se stessi può avvenire in diversi modi, sia naturali, sia medicinali. È bene sapere però che l’influenza, specialmente nei suoi casi più lievi, è meglio che faccia il suo percorso fino al termine, sfumando con il passare del tempo, visto che si conclude spontaneamente. Se proprio si sta male si può prendere un antipiretico, mentre gli antibiotici sono sconsigliati, a meno che non siano stati prescritti da un medico a seguito di condizioni particolari.

Di maggior sostegno possono essere i classici fumi, per liberare le vie respiratorie, e l’assunzione di molti liquidi: acqua soprattutto, ma anche tè e tisane vanno bene. Altro alimento che non può mancare è il brodo di pollo, che aiuta a darci forza e influisce positivamente su muco e catarro. In caso di evidente spossatezza, anche il consumo di frutta secca può aiutare.


Articolo letto: 230 volte
Categorie: , Guide, Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook