Altro che male, secondo uno studio il caffè ci libera da malattie cardiovascolari. Fino a 5 tazzine al giorno è consentito.

Bologna
09:00 del 07/11/2019
Scritto da Samuele

QUANTO CAFFE' BERE AL GIORNO - La caffeina non fa male entro una certa quantità quotidiana. Ok a 4 o 5 tazzine di caffè al giorno, ma attenzione alla caffeina nascosta negli altri alimenti

Caffeina: qual è il limite massimo che possiamo permetterci ogni giorno? Scienza conferma che la caffeina può far parte di una dieta sana per la maggior parte delle persone, ma se se ne prende troppa può rappresentare un pericolo per la salute. A seconda di fattori quali il peso corporeo, i farmaci che eventualmente si assumono e la sensibilità individuale, quel “troppo” può variare da persona a persona.

QUANTO CAFFE' BERE AL GIORNO - Secondo le linee guida della FDA americana, fino a 4-5 tazzine di caffè non danno effetti negativi per la salute, ma ciò che si deve tener presente è che la caffeina si trova anche naturalmente nelle piante usate per produrre te e cioccolato e che molti cibi confezionati, integratori dietetici e bibite la contengono. Si trova anche in alcune piante utilizzate come aromi, come il guaranà, o tè alternativi diffusi in Sud America, come l’erba mate (Ilex paraguariensis) e Ilex guayusa.


QUANTO CAFFE' BERE AL GIORNO - Addirittura fino a 5 tazzine al giorno, dopodiché si esagera. Questo il report finale della ricerca effettuata in otto anni su circa 13 mila pazienti. Durante il convegno delle Giornate Cardiologiche, di cui Marra è co-Presidente, si è tenuto un incontro nel quale è stato presentato il risultato di questa ricerca: “Abbiamo intervistato circa 13mila persone in diverse città – racconta Marra – uomini e donne di tutte le età. A chi ha partecipato ho chiesto se chi beve caffè abbia pressione, colesterolo o glicemia alti. Se sia più sedentario, ansioso, se dorma poco o male”.

Risultato che sorprendono a dir poco, visto che dalle interviste risulta che i consumatori abituali di caffè non presentano problemi di sonno, non lamentano fastidi durante le ore notturne, si dichiarano tonici e rilassati, inoltre non presentano affanno, stanchezza o batticuore. Insomma, il caffè sembra a questo punto essere un toccasana non solo per la nostra psiche, ma anche per il nostro corpo.

A quanto pare, tutti i pregi vanno ricercati nel chicco stesso, per le sue proprietà antiossidanti, decaffeinato oppure no, quindi poco importa. Questa sua peculiarità infatti fa sì, secondo il cardiologo, che il caffè alleggerisca del 10% il rischio di morte per malattie legate a neoplasie o patologie cardiovascolari.


Articolo letto: 367 volte
Categorie: , Salute, Scienze


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook