La pizza equivale, come valore energetico, a un buon piatto di pasta nella misura ridotta vale a dire a quella che normalmente si da ai bambini.

Torino
13:00 del 17/04/2018
Scritto da Samuele

La pizza equivale, come valore energetico, a un buon piatto di pasta nella misura ridotta vale a dire a quella che normalmente si da ai bambini. Comunque puo’ essere meno calorica per intenderci di una generosa porzione di lasagne al forno.

Spesso la dieta dimagrante porta allo sfinimento psicologico perche’, quando e’ mal strutturata, impedisce alle persone di avere una vita sociale e la pizza, piu’ di qualunque altro piatto, rappresenta per gli italiani un momento conviviale piacevole e di svago settimanale. Quindi pizza sia ma con i dovuti accorgimenti. Il giorno della pizza e’ meglio evitare di inserire il pane durante la giornata e a pranzo e’ meglio mangiare delle proteine magre come un pesce o una fettina di pollo, tacchino o vitello; evitare di aggiungere poi un dessert o peggio un antipasto di crostini prima della pizza. Evitare bevande gassate. Meglio un bicchiere di vino. Dopo la pizza come dolce una macedonia di frutta senza aggiunte di zucchero o una fetta d’ ananas.

Fra le domande piu’ comuni c e’ sempre questa: quante volte si puo’ mangiare la pizza durante la settimana? In realta’ non c e’ una misura specifica. Dipende principalmente dal insieme della vostra alimentazione quotidiana e settimanale.

Dall’equilibrio e dagli abbinamenti proposti e associati. Avendo premesso che alcune pizze, equivalgono dal punto di vista calorico a un piatto di pasta, qualche volta si puo’ inserire anche a pranzo una pizza di dimensioni magari ridotte, tipo trancio che di media equivale a 120 g. In questo caso sara’ opportuno per cena inserire proteine anche vegetali come i legumi. La pizza piu’ leggera in assoluto e piu’ digeribile e’ la marinara poiche’ e’ priva di mozzarella mentre la piu’ completa dal punto di vista nutrizionale e’ la mergherita con un paio di fette di un buon prosciutto crudo di magari di Parma. E’ bene precisare quindi che l apporto calorico e di grassi varia notevolmente in base al condimento. Per intenderci una pizza ai quattro formaggi supera di molto le 1200 kcal. Ma un altro aspetto che turba le persone a dieta con regime ipocalorico ma anche chi non segue prescrizioni dietetiche particolari e’ la costante sensazione di gonfiore addominale e di profonda sete dopo aver mangiato la tanto sospirata pizza settimanale. Alcuni arrivano a pensare di essere intolleranti a qualche lievito, o al formaggio e magari non lo sono. Ecco, riguardo a questo discorso sono tre i punti che vanno chiariti. Queste spiacevoli sensazioni e malesseri successivi legati alla digestione e all’intestino ( ormai molto comuni purtroppo) sono da attribuire unicamente alla pessima esecuzione del impasto della pizza.

Spesso infatti non viene rispettato il tempo di lievitazione che dovrebbe sempre essere minimo di tre ore, in un ambiente privo di umidita’, si e’ usato troppo lievito e/o sale e infine i tempi di cottura nel forno a legna o elettrico non sono stati rispettati. L unica soluzione non e’ quindi rinunciare alla pizza. Basta trovare la pizzeria giusta dove questi criteri essenziali vengano eseguiti da mani esperte o imparare voi stessi a casa a preparare una pasta per pizza buona e leggera. In alternativa quando non conoscete il luogo magari ordinate una pizza, ridotta nelle misure, in modo da contenere il possibile danno. Qui di seguito riporto le misure in termini di Kcal e valori nutrizionali delle principali pizze sui menu’ italiani. Anche se purtroppo nei menu’ italiani di pizzerie e ristoranti le calorie non vengono proposte. Porzione media panetto pasta 210 g Pizza Margherita 764 kcal Pizza marinara 639 Pizza coi funghi champignon senza mozzarella kcal 688 kcal Pizza quattro stagioni 868 kcal Pizza al tonno kcal 927 Pizza con prosciutto crudo e mozzarella 906 kcal – senza mozzarella 804 kcal Pizza bianca bresaola e rucola kcal 710 Calzone 673 Kcal Pizza ai wurstel 878 kcal Pizza ortolana con mozz 850 kcal

Da: QUI


Articolo letto: 27 volte
Categorie: , Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook