Sbracciarsi in strada per chiamare un taxi o telefonare al centralino non serve più, basta un clik sul proprio smartphone.

Napoli
14:00 del 09/02/2018
Scritto da Gerardo

Sbracciarsi in strada per chiamare un taxi o telefonare al centralino non serve più, basta un clik sul proprio smartphone.

È questa l'idea innovativa di Digitaxi, la startup fondata a Napoli nel 2013 su iniziativa di un gruppo di utenti taxi che prima hanno creato un gruppo Facebook “Taxi in città tariffa max € 6,00” con lo scopo di migliorare la qualità e la trasparenza del servizio Taxi. Visto il seguito sulla pagina Facebook, con l'intento di offrire un servizio semplice ed efficace che allo stesso tempo migliorasse la brutta fama dei tassisti in città, il gruppo ha creato un'app apposita. «Ci sono voluti 4 anni di sperimentazione per sviluppare al meglio le ccomplesse tecnologie che sono a supporto della nostra app - ha spiegato Michele Palmieri, founder di DigiTaxi - e alla fine abbiamo messo su un'app che mette in contatto diretto l'utente e il tassista. La risposta napoletana a Uber». L’ App è scaricabile gratuitamente per Ios e Android ed è un servizio gratuito sia per gli utenti sia per i tassisti tradizionali che liberamente decidono di aderire alla rete di DigiTaxi. L'app geolocalizza l'utente e gli consente di chiamare il taxi più vicino. Può anche conoscere il costo presunto della corsa e l’itinerario consigliato, può splulciare i dettagli del taxista (foto dell'auto, licenza, feedback da parte degli altri utenti) ed il tempo di attesa. Può prenotare un taxi fino a sette giorni prima della partenza ed esprimere a fine corsa un gradimento sul servizio. «Le recensioni sono la parte più importante - spiega Palmieri - le pubblichiamo tutte sul nostro sito web e le inviamo al tassista interessato così è maggiormente incentivato a offrire un miglior servizio possibile. A Napoli il taxi è anche un problema sociale. Noi vogliamo migliorare l'immagine dei tassisti napoletani, vogliamo far sì che la gente utilizzi sempre di più i taxi evitando la vettura privata con la conseguente riduzione del traffico cittadino» DigiTaxi ha già ottenuto molti successi. È stata selezionata tra le migliori applicazioni italiane dal Consorzio delle Camere di Commercio “Camera Hub Forum” , è vincitrice del “Premio innovazione Ict Smau Campania” nella categoria Mobile e App che semplificano la vita, ha rappresentato Napoli all'Expo di Milano nel 2015 e selezionata dall’Ice e Sviluppo Campania per la partecipazione a Unbound Digital, Londra 2016.  I vantaggi non sono solo pratici ma anche economici. «I tassisti che aderiscono alla nostra rete applicano la tariffa comunale al 100% e i feedback lo dimostrano - conclude il fondatore - È molto difficile che qualcuno passa fare il furbetto. A questo si aggiunge che chiamando un taxi attraverso il servizio radiotaxi l'utente deve pagare un supplemento di 1,50 euro, con DigiTaxi non si paga nulla. Poi ogni 5 corse una è gratuita. Vogliamo che l'utenza napoletana si avvicini sempre più all'utilizzo del taxi».

Da: QUI


Articolo letto: 69 volte
Categorie: , Motori, Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Digitaxi - taxi - Uber - uber news - tech - tecnologia - hi tech - motori - app -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook