Come combattere il malessere? Come poter ritrovare la propria forma fisica senza patire psicologicamente, senza stressarsi, e mantenendo una dose sufficiente di energia fisica e mentale per affrontare gli impegni di ogni giorno?

Bari
13:00 del 10/02/2018
Scritto da Luca

Come combattere il malessere? Come poter ritrovare la propria forma fisica senza patire psicologicamente, senza stressarsi, e mantenendo una dose sufficiente di energia fisica e mentale per affrontare gli impegni di ogni giorno?

Domanda difficilissima. Ma non senza risposta! Provate ora a seguire questa dieta: comporta circa 1300 calorie e va seguita per 2 settimane, che è anche il tempo minimo necessario – ricordatelo – per riequilibrare gli ormoni del nostro corpo. Contrasterete la fame senza sacrifici e darete un grande aiuto alle vostre capacità depurative, drenanti e quindi anche dietetiche.

Per 15 giorni dovete, innanzitutto, rinunciare all’alcol. Anche a quel bicchiere di vino a pranzo o a cena che si beve più per abitudine che per altro. Se siete invitati ad aperitivi, non rinunciateci affatto: potete scegliere di ordinare un cocktail alla frutta analcolico o – ancora meglio – un succo di pomodoro “scondito” (senza olio, ma con succo di limone e paprica). Altra indicazione – che mai ci dimenticheremo di darvi – è quella di imporvi di bere per 15 giorni 1 litro e mezzo o 2 litri di acqua. Acqua naturale o comunque iposodica. Infine, parliamo dei condimenti. E’ buona educazione alimentare cuocere solo con grassi a crudo. Ma per questi 15 giorni – e non lo troverete affatto uno sforzo – usate solo e solamente olio extravergine di oliva (versato a crudo sugli alimenti) nella dose massima di 2 cucchiai al giorno. Siamo certi che questa abitudine, in realtà, vi piacerà molto e l’adotterete anche al di fuori della dieta dimagrante.

Ecco allora il menù da seguire.

Tutti i giorni, a colazione: un frutto di stagione, uno yogurt magro con 30 grammi di cereali, the o caffè.

A metà mattina: un frutto di stagione (oppure una mela o un kiwi)

A merenda: un centrifugato di carote o sedano o, a scelta, un frullato di sola frutta fresca (senza latte). The o caffè.

Prima di dormire: una tisana di semi di finocchio.

Lunedì:

– a pranzo: 60 grammi di riso basmati, un’insalata con cetrioli, pomodori, sedato e carote a fettine e striscioline di pollo ai ferri (100 grammi), succo di limone e spezie a scelta.

– cena: zuppa di porri – con 100 grammi di porri, brodo vegetale con poco sale, timo, maggiorana, 2 cucchiaini d’olio -, 150 grammi di seppie arrostite, 150 grammi di insalata belga o indivia. 30 grammi di pane di segale.

Martedi:

– a pranzo: 100 grammi di hamburger ai ferri con rosmarino, alloro e una fettina di formaggio emmental sopra (o una sottiletta), 200 grammi di pomodori in insalata, 30 grammi di pane di segale.

– a cena: 12o grammi di orata al forno o al cartoccio con una patata al cartoccio e due cucchiaini di olio extravergine. Due fette di ananas fresco.

Mercoledì:

– a pranzo: 60 grammi di fusilli con 2 cucchiai di ricotta magra e pepe nero, 200 grammi di insalata verde mista di stagione.

– a cena: zucchine al forno ripiene con 50 grammi di carne tritata magra di manzo, erbe (prezzemolo, rosmarino, alloro), un uovo sbattuto con 2 cucchiaini di parmigiano grattugiato. 30 grammi di pane di segale.

Giovedì:

– a pranzo: 60 grammi di riso basmati con 100 grammi di fesa di tacchino cotto ai ferri con due fettine di mela. 200 grammi di spinaci passati in padella con un cucchiaino di parmigiano grattugiato e 2 cucchiaini di olio d’oliva.

– a cena: insalata di farro – con 60 g di farro bollito, 100 g di tonno fresco tagliato a cubetti e cotto a vapore, 100 g di sedano crudo affettato finemente, 100 g di pomodorini a ciliegia divisi a metà e 2 cucchiaini d’olio. Una fetta di pane integrale. Un’arancia.

Venerdì:

– a pranzo: riso all’indiana – preparato con 150 g di tacchino cotto al vapore, 60 g di riso basmati, 10 g di filetti di mandorle, un mix di maggiorana e zenzero tritati – curcuma e curry piccante (stemperato in acqua tiepida) e un cucchiaino d’olio.  200 g di finocchi cotti al vapore.

– a cena: abbondante minestrone di verdure e legumi (lenticchie, farro, fagioli) con 40 grammi di ditaloni di pasta (o altra pasta corta), 200 grammi di asparagi lessi, una pera.

Sabato:

– a pranzo: 120 grammi di filetto di manzo, 1 patata al cartoccio condita con olio a crudo e rosmarino, un’insalata fresca di finocchi tagliati a fettine. 30 grammi di pane di segale.

– a cena: 200 g di filetti di trota cotta a vapore, servita su un letto di insalata di crescione (100 grammi) e cuori di carciofi crudi tagliati a fettine (100 grammi), condita con succo di limone e 2 cucchiaini di olio extravergine.

Domenica:

– a pranzo:  insalata di farro (60 grammi) con 100 g di manzo tagliato a dadini e cotto a vapore, 100 g di sedano affettato finemente, 50 g di cavolini di Bruxelles e 50 grammi di carote sempre al vapore. 200 g di insalata mista di stagione

– a cena:  120 grammi di filetto di pesce spada alla griglia con rosmarino e limone, 200 grammi di insalata mista di radicchio rosso, soncino, ravanelli, cuori di lattuga e cuori di carciofi con succo di limone. 40 grammi di pane di segale.

Da: QUI


Articolo letto: 86 volte
Categorie: , Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook