DECRETO SICUREZZA BIS - Migranti e sbarchi mettono nuovamente a dura prova la tenuta di maggioranza e governo.

Venezia
07:00 del 10/07/2019
Scritto da Gregorio

DECRETO SICUREZZA BIS - Migranti sbarchi mettono nuovamente a dura prova la tenuta di maggioranza e governo. Poi, in extremis, M5s e Legatrovano l'accordo sugli emendamenti al decreto Sicurezza bis. Ed è un incastro di equilibri tra le varie proposte e, soprattutto, posizioni.

DECRETO SICUREZZA BIS - I pentastellati stoppano i maggiori poteri al Viminale che la Lega si apprestava ad assegnare aMatteo Salvini, mentre la Lega incassa - ma solo dopo diverse ore - il via libera del Movimento alle multe più salate per le Ong (fino a un milione di euro). A loro volta, i 5 stelle rinunciano a un emendamento che affidava al premier Giuseppe Conte l'ultima parola sulla chiusura delle acque territoriali.

DECRETO SICUREZZA BIS - C'è perfetta sintonia, invece, sull'immediata confisca, attraverso il sequestro cautelare della nave, per le imbarcazioni che violano lo stop all'ingresso nei mari e portiitaliani. E i 5 stelle chiedono che le navi confiscate vadano allo Stato, magari da destinare alle forze dell'ordine o alla protezione civile. La Lega poi punta a norme severissime per i capitani: se non rispettano l'alt della Guardia di finanza scatta l'arresto in flagrante. "Se la norma fosse stata già in vigore Carola Rackete", alla guida della Ong Sea Watch, "sarebbe stata subito sottoposta ad arresto e non scarcerata", osserva un leghista.


Dl sicurezza bis, gli emendamenti del M5s
Gli emendamenti presentati dal Movimento 5 Stelle sembrano seguire la linea della Lega e del ministro dell’interno, Matteo Salvini, sul tema migranti e salvataggi nel Mediterraneo. Anche i pentastellati propongono l’immediato sequestro e la confisca della navi delle Ong che non rispettano le regole del decreto sicurezza, come annunciato da Luigi Di Maio negli scorsi giorni. Un sequestro previsto sin dalla prima violazione e non in caso di reiterazione, secondo la proposta di Anna Macina e Devis Dori. Inoltre l’emendamento prevede che la nave sequestrata venga impiegata dalla polizia o dalla protezione civile e si istituirebbe anche un registro delle navi confiscate al Mit.
Il M5s non condivide, invece, la richiesta di aumentare le sanzioni per le navi che soccorrono i migranti: la Lega propone di innalzare questa cifra a un milione di euro, mentre i 5 Stelle ribadiscono quanto previsto dal testo uscito dal Consiglio dei ministri, modificando però altri aspetti dello stesso articolo del decreto: “Salve le sanzioni penali, quando il fatto costituisce reato, in caso di violazione del divieto di ingresso, transito o sosta in acque territoriali italiane, notificato al comandante, si applica a questo la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 10.000 a euro 50.000”, recita l’emendamento.
Altra richiesta del Movimento 5 Stelle è quella di aumentare i servizi di prevenzione e di controllo del territorio, soprattutto nelle zone in cui i flussi migratori sono maggiori in alcuni periodi dell’anno, anche per le condizioni meteorologiche favorevoli. I pentastellati chiedono al Viminale di predisporre il trasferimento di 100 unità delle forze di polizia alle frontiere italiane.


Articolo letto: 121 volte
Categorie: , Nuove Leggi, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook