Questo mondo è una farsa, una grande messinscena e tutto è studiato fin nel più piccolo dettaglio per farci credere che siamo fortunati a vivere come viviamo.

Campobasso
07:30 del 12/10/2018
Scritto da Carmine

Questo mondo è una farsa, una grande messinscena e tutto è studiato fin nel più piccolo dettaglio per farci credere che siamo fortunati a vivere come viviamo.

A partire dalle pubblicità, dove la famiglia modello (minimo 3 figli) si alza felice e spensierata con il sole che entra dalle finestre ed esce di casa pronta per affrontare la giornata di lavoro con il sorriso stampato in faccia, fino all'uso indiscriminato della NeoLingua orwelliana che ha saputo abilmente distorcere i termini e re-inventarli in una versione più soft, prendiamo esempio le guerre ora chiamate missioni di pace o i mezzi d'informazione, quali tv e giornali, dove le notizie sono in sostanze le stesse, proveniente dalla stessa matrice ma scritte in modo diverso, ecco tutto è menzogna, tutto è distorto, contraffatto.

...A partire dalle nostre vite che ci hanno convinti procedere sempre in salita, mentre invece spesso sono trascinate e odiose.

Esagero? Penso negativo? Sono pessimista?

Può darsi, come può darsi che voi avete ancora il prosciutto negli occhi e per comodità, o per paura, ci tenete a non levarlo di dosso.

Prendi un qualsiasi giovane d'oggi, nato in una famiglia comune, con alle spalle una scuola superiore e due genitori comuni senza la minima influenza sociale, che fa? Naturalmente cerca lavoro presso un'agenzia di collocamento, e già qui ti fanno esser grato di averlo trovato, non prima di averti fatto sudare a forza di chiamate e vari cul-ricculum compilati.


Ecco, arriva la grande proposta, la tanto sperata opportunità di entrar a far parte del mondo del lavoro e poter iniziare così una carriera che possa renderti autonomo e felice.

Eccoti servito giovane!

Ti va uno stage molto sotto-retribuito di una durata minima di 6 mesi, in cui guadagnerai 400-500 euro al mese con la scusa che intanto impari il mestiere, anche se per imparare quel mestiere tutto sommato non ci vogliono più di due giorni?!

E come non accettare? Anche perché se non accetti il tuo posto lo prenderà un'altro e tu rimarrai senza lavoro...Suona come un ricatto vero? Ebbene lo è.

Ora fatevi un breve calcolo di quanto un'azienda guadagni in quei 5-6 mesi di stage in termini di spudorato profitto, calcolando che la stessa assuma almeno 20 giovani pagati un quarto di un operaio normale e calcolando che già un operaio normale guadagna circa 1/30 di quello che produce!!

E che prospettiva di carriera rimane ai giovani d'oggi?

Che da stagisti malpagati semplici possono ambire a diventare in futuro degli sgobbatori seriali, dei professionisti della fatica e dei sacrifici costretti a produrre fino alla vecchiaia, fino all'annullamento delle proprie facoltà sia mentali che fisiche, tra la stanchezza e lo sconforto di mansioni monotone, alienanti, deprimenti che mirano con il terribile giogo delle otto ore giornaliere ad annullare l'individuo spiritualmente, facendogli perdere per sempre il senso della vita.

Questa in sostanza è la carriera che spetta alle classi povere del Paese, non solo dell'Italia ma del mondo intero.

E se i giovani non prendono coscienza di questo, destineranno a loro volta i loro figli a questa vita spendacciona, senza tempo e regolata da sveglie, capi ed orologi.

Da: QUI


Articolo letto: 150 volte
Categorie: , Denunce, Lavoro


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook