Facendolo da soli si possono risparmiare centinaia di euro, ecco tutti i trucchi per ottenere un buon risultato.

Napoli
16:30 del 09/02/2019
Scritto da Gregorio

Verniciare un’auto non è come ridipingere la facciata di casa o quella della nostra cucina: è più difficile, si usano prodotti molto diversi e che costano molto di più. Per questo la verniciature di auto, moto e altri mezzi le si affida spesso a professionisti. Perché parliamo di un’operazione difficile, e fare danni è molto più comune che altrove. Eppure questo non vuol dire che si debba rinunciare a farlo da sé, basta seguire alcuni consigli e fare, molta attenzione. La verniciatura Do It Yourself è possibile, ecco come.

Cosa serve?

Innanzitutto molto tempo a disposizione: quella della verniciatura è un’operazione lenta e rigorosa e se fatta di fretta i risultati rischiano di essere deludenti. Per un’auto possono occorrere da una giornata a tre giorni di lavoro. Di conseguenza serve un luogo in cui lavorare, che sia pulito, al chiuso per evitare insetti e intemperie, senza polvere, e in cui ci si possa muovere liberamente.

Bene ora i materiali: la vernice, l’impregnante, il lucido, il nastro adesivo, il primer e la pistola per verniciature. Queste sono le cose indispensabili, ma prima di tutto serve lavare l’auto: va lavata perfettamente, senza dimenticare nessun punto della carrozzeria. A questo punto si smontano tutte le componenti smontabili, come fari e paraurti.

Il nastro adesivo si usa ora che l’auto è pulita e priva di tutti gli elementi plastici, o che comunque non dovranno essere verniciati. Col nastro proteggiamo le parti dove la vernice potrebbe andare a sporcare oltre i confini della carrozzeria.

Rimuovere la vernice

Ora passiamo usare una levigatrice e carteggiare tutta la vernice presente sulla carrozzeria. Ci vogliono ore, bisogna essere dotati di pazienza e di molta attenzione ai dettagli. Fatto questo si può passare a sgrassare e pulire perfettamente la superficie già levigata. L’ideale è usare un detergente al silicone e passarlo con un panno in microfibra così da eliminare ogni impurità rimasta dalla levigatura e dallo stucco.

Il primer

Una delle cose più importanti da fare perché la verniciatura venga al meglio è passare un primer resistente alla corrosione su tutta la superficie, in questo modo si protegge la nostra verniciatura dalla ruggine.

Finalmente, la verniciatura

Le opzioni sarebbero due, la bomboletta o la pistola per verniciature, ma solo con la seconda opzione il risultato può essere di ottima qualità. La bomboletta, invece, è molto meglio evitarla, e utilizzarla per verniciature che non richiedono perfetta omogeneità cromatica della superficie.

Una volta passata la verniciatura, lentamente e procedendo per linee orizzontali, è il momento di levigare il tutto con moltissima cura, in modo da rendere la vernice perfettamente uniforme.

I costi

La spesa totale, considerato anche il materiale protettivo, le mascherine e l’affitto dell’attrezzatura professionale, può toccare i seicento euro. Senza contare il costo ipotetico di dover affittare uno spazio al chiuso per un intero fine settimana. Non è pochissimo, ma comunque si risparmia se si confronta questo prezzo con quello che dovremmo pagare rivolgendoci a dei professionisti.

Da: QUI


Articolo letto: 52 volte
Categorie: , Curiosità, Guide, Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook