LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ESENZIONE CANONE RAI VA INVIATA TASSATIVAMENTE ENTRO E NON OLTRE LE ORE 24:00 DEL 31 GENNAIO 2019

Bologna
07:30 del 11/10/2018
Scritto da Gregorio

LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ESENZIONE CANONE RAI VA INVIATA TASSATIVAMENTE ENTRO E NON OLTRE LE ORE 24:00 DEL 31 GENNAIO 2019

E’ possibile inviare comodamente online la disdetta del Canone Rai. La disdetta del Canone Rai va inviata ogni anno se non si dispone della televisione, così da evitare di pagare 90€ nella bolletta dell’energia elettrica.

A partire da luglio 2016 il Canone di abbonamento alla televisione per uso privato è suddiviso in 10 rate mensili nella bolletta elettrica da gennaio ad ottobre di ogni anno. Deve pagare il canone ciascun cliente intestatario di un’utenza di energia elettrica nell’abitazione di residenza che dispone di un apparecchio televisivo ma la detenzione dell’apparecchio televisivo è data per scontata nel caso in cui esista una utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica.

L’utenza elettrica, infatti, fa presumere la detenzione di un apparecchio ricevente.

Questa presunzione può essere superata solo con apposita dichiarazioneda presentare all’Agenzia delle Entrate. Se hai già presentato negli anni precedenti la disdetta del canone RAI, e le condizioni di esenzione ancora sussistono, allora devi ricordarti di ripresentarla ogni anno dato che la disdetta ha validità di un anno.


Come inviare online la disdetta del Canone RAI

La disdetta del Canone RAI può essere inviata direttamente online dal sito Letterasenzabusta.com senza dover andare a fare lunghe fila in posta e senza affidarsi ai vari CAF o Associazioni Consumatori che possono richiedere fino a 30 Euro per tale servizio.

Questo è l’unico portale a livello europeo che permettere di spedire Raccomandate Senza Busta con pieno valore legale, le stesse che obbligatoriamente richiede di ricevere l’Agenzia delle Entrate per quanto riguarda l’invio della dichiarazione sostitutiva di non possesso TV per non pagare il canone RAI in bolletta.

Quando va inviata la disdetta del Canone RAI

Come abbiamo accennato la disdetta va inviata ogni anno, ma bisogna stare attenti alle scadenza. La disdetta deve essere presentata a partire dal 1° luglio dell’anno precedente ed entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento stesso. Quindi ad esempio per l’anno 2019 si ha tempo da 1° luglio 2018 al 31 gennaio 2019.

Tuttavia nel caso di attivazione di nuova utenza di fornitura di energia elettrica residenziale, la dichiarazione sostitutiva di non detenzione va presentata entro la fine del mese successivo alla data di attivazione della fornitura e fino al 31 dicembre del medesimo anno.

Chi non deve pagare il Canone RAI

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha definito in una nota che deve pagare il canone RAI chi ha un apparecchio in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente o tramite decoder o sintonizzatore esterno. Quindi, non sono apparecchi televisivi radio, pc, tablet o smartphone, e qualsiasi altro dispositivo privi del sintonizzatore per il segnale digitale terrestre o satellitare.

Nota che se hai un televisore in casa, anche se lo usi solo come monitor per il computer o per vedere videocassette e dvd, non sei esentato dal pagare il canone RAI. Invece se hai un vecchio televisore analogico non devi pagare il canone perché è un apparecchio non abilitato a ricevere il segnale audio/video attraverso la piattaforma terrestre e/o satellitare.

Perciò se hai in casa solamente computer e tablet e ovviamente lo smartphone, NON DEVI PAGARE IL CANONE RAI. Ovviamente devi inviare la disdetta altrimenti ti arriverà in bolletta e pagherai per qualcosa che non usi.

Sono esclusi dal pagamento del Canone RAI anche:

  • Soggetti di età pari o superiore a 75 anni con un reddito annuale inferiore a Euro 6.713,98
  • Possessori di seconda casa
  • Ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate
  • Militari di cittadinanza straniera appartenenti alle forze armate della Nato di stanza in Italia
  • Agenti diplomatici e consolari
  • Rivenditori e riparatori TV

Se sei residente all’estero, ma hai un’abitazione in Italia devi inviare la disdetta se non è presente un apparecchio televisivo, altrimenti pagherai il canone RAI.

Esenzione Canone RAI Speciale per attività commerciali

Il Canone RAI Speciale è dovuto da chi detiene uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico, quindi non in ambito domestico.

I titolari di Canone RAI Speciale possono richiedere la disdetta se:

  • non detengono più gli apparecchi nelle loro attività commerciali
  • hanno ceduto o cessato l’attività
  • si dispone solo di computer privi di sintonizzatore

Per chi in passato aveva chiesto il suggellamento, questa modalità non è più applicabile, ma va inviata la richiesta di esenzione del Canone RAI Speciale.

Da: QUI


Articolo letto: 202 volte
Categorie: , Economia, Guide


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook