Mentre siamo in ufficio, quando stiamo cenando con amici, nel bel mezzo di una passeggiata o dello shopping; in ogni momento possibile.

Genova
15:00 del 10/10/2018
Scritto da Gregorio

Mentre siamo in ufficio, quando stiamo cenando con amici, nel bel mezzo di una passeggiata o dello shopping; in ogni momento possibile. Le telefonate dei call center per proporci le ultimissime promozioni in qualsiasi settore (ma con una netta predilezione per telefonia, gas e luce) ci raggiungono in continuazione; e sono probabilmente tra le intrusioni nella vita privata più odiate dagli italiani.

Sfuggire sembra impossibile; soprattutto visto che che il tanto decantato Registro delle opposizioni funziona principalmente per il telefono fisso (che sempre meno persone posseggono) e la procedura per l'iscrizione non è delle più semplici. Possibile che non ci sia modo di evitare di essere torturati da queste telefonate che, solitamente, iniziando chiedendoci di confermare la nostra identità; facendoci credere che si tratti qualcosa di serio? (“Forse non ho pagato una bolletta o mi stanno per staccare la luce!”).

In verità, sia per utenti iPhone che per utenti Android, i metodi si stanno moltiplicando; alcuni più tecnologici altri decisamente più rudimentali (ma comunque efficaci). Indipendentemente dal vostro sistema operativo mobile potete per esempio scaricare l’applicazione TrueCaller, che identifica i numeri di spam telefonico suggerendovi quando non è il caso di rispondere. Questo servizio, però, ha un difetto non da poco; per utilizzarlo dovete infatti condividere il vostro numero di cellulare con relativo nominativo, che verrà reso pubblico sul sito internet dell’applicazione. Un’invasione della privacy non da poco. In cambio, però, avrete la possibilità di identificare immediatamente le chiamate moleste.

In alternativa, ma solo per Android, potete sfruttare l’applicazione Dovrei rispondere?. L’applicazione è gratuita e vi segnala le chiamate sospette in base un archivio costantemente aggiornato dei numeri utilizzati dai call center e tutti gli altri. L’interfaccia permette di personalizzare le tipologie di telefonate per le quali vogliamo essere avvisati sulla base della certezza con cui l’app valuta negativamente le chiamate in arrivo (così potrete decidere se bloccare o meno, per esempio, le chiamate da numeri sconosciuti e non solo).

Ovviamente, avrete anche la possibilità di aggiungere voi stessi i numeri dei call center ancora non presenti in lista; contribuendo così in prima persona a liberare l’umanità dalle persecuzioni telefoniche. Gli utenti Android possono anche approfittare della nuova funzione del sistema operativo che permette di segnalare e bloccare le chiamate in arrivo da numeri che in passato si sono dimostrati molesti, spedendoli direttamente in segreteria. Anche in questo caso, ciascun utente può indicare a Google i numeri da cui provengono le telefonate spam, arricchendo un database che – se le segnalazioni vengono ritenute credibili – impedirà anche ai nostri concittadini di essere tartassati da quel particolare call center. Per il momento, però, questa funzione è ancora in beta.

Come probabilmente già molti sanno, gli utenti di iPhone hanno un’altra arma a disposizione. Ogni volta che ricevete una telefonata spam, dopo aver riagganciato in maniera più o meno educata (meglio educata: mettetevi nei panni degli operatori), dovete poi andare nell’elenco delle telefonate ricevute. Scorrendo verso il fondo, l’ultima opzione che appare recita la dicitura “Blocca contatto”. Cliccate, confermate e quel numero non potrà mai più raggiungervi. Ovviamente, potete anche sbloccarlo; per farlo, però, dovete riuscire a recuperare il contatto, quindi assicuratevi di bloccare solo chiamate di spam accertato o di persone di cui avete il numero salvato in rubrica (altrimenti potreste fare danni).

A differenza dei metodi precedentemente raccontati, questo non vi permette di anticipare le chiamate sospette e richiede un po’ di tempo per liberarvi dai numeri che vi perseguitano. Con un po’ di pazienza, però, vedrete che il numero di call center in grado di raggiungervi diminuirà drasticamente. E potrete nuovamente tornare a godervi il vostro relax, o a lavorare a senza essere disturbati.

Da: QUI

 


Articolo letto: 158 volte
Categorie: , Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook