ASSEGNO SOCIALE 2019 - Partiamo dal presupposto che l’assegno sociale viene erogato in misura intera soltanto a chi non ha nessun reddito e che viene erogato in misura ridotta a chi possiede redditi fino a 5889 euro annui.

Roma
07:10 del 05/09/2019
Scritto da Carmine

ASSEGNO SOCIALE 2019 - Partiamo dal presupposto che l’assegno sociale viene erogato in misura intera soltanto a chi non ha nessun reddito e che viene erogato in misura ridotta a chi possiede redditi fino a 5889 euro annui. Penso che converrà con me che suo zio, pur non avendo redditi mensili, essendo possessore di 2 appartamenti e godendo dei proventi della vendita del terzo (anche se tali proventi vengono erosi dal bisogno) non può essere considerato in condizioni economiche disagiate.

ASSEGNO SOCIALE 2019 - Se si trovasse in difficoltà, supponiamo, una volta eroso del tutto il capitale derivante dalla vendita del terzo appartamento, potrebbe provvedere alla vendita del secondo per avere di nuovo un capitale utile al suo sostentamento.

ASSEGNO SOCIALE 2019 - Per quanto riguarda i requisiti al fine di ottenere l’assegno sociale, questo è concesso a tutti quei cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari in possesso della carta di soggiorno, che siano residenti in Italia continuativamente da almeno 10 anni.

La residenza deve essere effettiva e la dimora abituale: chi ha trasferito la sua residenza all’estero, infatti, non ha diritto all’assegno sociale.


Oltre ai requisiti di residenza, vi sono anche dei requisiti relativi al reddito: possono beneficiare dell’assegno sociale 2019 tutti quei cittadini non coniugatiche abbiano un reddito non superiore ai 5.953,87 euro e a tutti i cittadini coniugati con un reddito inferiore agli 11.907,74 euro.

Ma quali sono i redditi che vengono presi in considerazione al fine di determinare se al richiedente spetta o non spetta l’assegno sociale?

  •  i redditi di qualsiasi natura al netto dell’imposizione fiscale e contributiva

  • i redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d’imposta

  • i redditi soggetti a imposta sostitutiva

  • gli assegni alimentari

  • le pensioni di guerra

Sono invece esclusi:

  • i trattamenti di fine rapporto (e le eventuali anticipazioni)

  • le competenze arretrate soggette a tassazione separata

  • il valore dell’assegno sociale

  • il reddito della casa di abitazione

  • la pensione a carico di gestioni ed enti previdenziali, pubblici e privati, che gestiscono forme di pensionamento obbligatorio

  • le indennità di accompagnamento

  • gli assegni per l’assistenza personale continuativa erogati dall’INAIL

  • gli assegni per l’assistenza personale e continuativa per inabilità

  • i trattamenti di famiglia

L’assegno sociale è una misura che, non derivando dal versamento dei contributi, eroga l’INPS in virtù dello stato sociale alle persone che versano in disagio economico e non riescono, quindi, a vivere dignitosamente. E le garantisco che in Italia sono moltissime, soprattutto negli ultimi anni. Queste solo mie considerazioni, ma veniamo ora alla normativa che regola l’erogazione dell’assegno sociale.


Articolo letto: 118 volte
Categorie: , Economia, Lavoro, Nuove Leggi


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook