L’ aglio: alimento davvero importante per il nostro benessere…MA NON SEMPRE E’ COSI’.Almeno non per tutti! Ecco chi e perché deve assolutamente evitarlo

Milano
05:00 del 09/08/2018
Scritto da Gregorio

L’ aglio è un alimento comune nelle nostre cucine. E’ presente in tantissimi ricette che fanno parte della dieta mediterranea e noi, quotidianamente ne assumiamo. Ma non è tutto ora quel che luccica e infatti in molti casi… le sue proprietà benefiche non sono compatibili con l’ organismo di alcune persone. Per tale motivo esso può essere CROCE O DELIZIA ed andrebbe evitato con attenzione per non peggiorare patologie e o disturbi.
Sappiamo tutto quanto faccia bene al nostro organismo se non vi sono altre patologie.
– Come tutti sapremmo: sistema immunitario ha la specifica funzione di proteggerci dalle malattie ed è stato dimostrato che l’aglio è in grado di stimolare la funzione immunitaria.
– Inoltre è un potente antiossidante,
– Antibatterico Naturale,
– Antiparassitario
– Lenitivo per punture
– E’ ricco di Vitamine A, B, C, E e contiene tanto Potassio, Fosforo, Calcio e Sodio.

NONOSTANTE LE SUE PROPRIETA’ BENEFICHE, TUTTAVIA E’ CONSIGLIABILE EVITARNE LA SUA ASSUNZIONE IN CASI PARTICOLARI.


ECCO QUALI SONO E PERCHE’.

  • Se già si possiede un’ intestino irritato e facilmente infiammabile o soffrite di mal di stomaco ricorrente, E’ BENE EVITARE CON ATTENZIONE L’ AGLIO!  Sia cotto che crudo ma anche se in polvere! Infatti può causare irritazioni alle pareti intestinali.
  • Assunto regolarmente e in eccessive quantità (soprattutto se crudo) può danneggiare le cellule ematiche e provocare forte anemia.
  • Se assumiamo più di uno spicchi di aglio al giorno si possono verificare casi di forte gastrite, nausee e vomito. Insomma, una vera e propria indigestione alimentare.
  • Se il problema persiste, queste patologie possono portare alla formazioni di ulcere intestinali.
  • Evitare l’aglio sia in gravidanza che in allattamento perché fluidifica il sangue riducendo la coagulazione.
  • E sconsigliato in quegli individui che hanno problemi di funzionamento della tiroide. Questo perché ha un’ azione inibitrice nei confronti dello iodio. Il funzionamento della tiroide è davvero fondamentale per l’indivuduo. Proprio per tali ragioni è necessario sottoporsi spesso a controlli periodici approfonditi per indagare meglio. Dato che

Per evitare danni ed effetti collaterali in caso di dosaggi sostenuti è preferibile l’assunzione nel corso delle 24 ore per non irritare lo stomaco.
In ogni caso è bene scartare l’ anima verde che è presente all’interno dell’ aglio. Essa infatti è alla base della maggior parte dei disturbi e fa si che tale alimento resti indigesto provocando anche cattivo alito.

Come in ogni cosa è bene non eccedere con le dosi altrimenti invece di avere un’ effetto benefico si otterranno controindicazioni che a lungo andare comportano seri problemi.
Ci vuole sempre un pizzico di responsabilità ma soprattutto di buon senso!

Da: QUI


Articolo letto: 283 volte
Categorie: , Curiosità, Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook